007 News in italiano

Se Visitate l’account #Twitter di Le Cercle 007 Friends, troverete tutti i tweet dedicati a Sir Roger Moore, pubblicati da i piu’ importanti media internazionali 

Morto Roger Moore: l’unico che poteva sostituire Sean Connery nei panni di James Bond 007

È morto l’attore Roger Moore. L’attore britannico, uno dei volti dell’agente segreto James Bond alias 007, avrebbe compiuto 90 anni nel prossimo ottobre. A dare l’annuncio sono stati i figli Deborah, Geoffrey e Christian con una dichiarazione diffusa tramite il profilo Instagram del padre. L’attore, il più longevo James Bond della storia con sette pellicole al suo attivo, è scomparso in Svizzera dopo una «breve ma coraggiosa battaglia contro il cancro».

Veniva dopo Sean Connery. Gli avevano chiesto di sostituire un mito. Lui che non era «solo» un fantastico attore. Replicare Sean era un’impresa che manco 007. Così Roger Moore ha preso un’altra strada. Cambiato auto, lasciata in garage l’Aston Martin si era messo sotto il sedile anche una Lotus bianca, la Ferrari britannica. Era diventato un James Bond più british. Ti uccideva con una freddura. E anche i morti sembravano meno morti.

Adesso è lui che non c’è più. Ci ha lasciato in un giorno triste per il suo Paese. Lui che era figlio di un poliziotto. Aveva 89 anni. Diceva di odiare la violenza. Persino quella finta del grande schermo. Non si prendeva sul serio neanche quando volava dagli elicotteri o veniva morsicato da nemici con i denti di acciaio. Le donne gli volevano bene, ma niente legami. E poteva essere una spia russa che nel titolo del film diceva di amarlo o una Grace Jones che si spogliava, in tutti i sensi, dei panni di cantante.

Il suo primo Bond spiegava tutto: «Vivi e lascia morire». Roger aveva il look dell’inglese che vedi nei film e leggi nei libri. Alto e biondo. E uno spruzzo di humour dentro il Martini vodka. Pareva uscito da un college di quelli che frequenta solo chi ha il cognome preceduto da un Sir. Anche per questo gli avevano fatto interpretare lord Sinclair in «Attenti a quei due» con Tony Curtis. Gli venivano bene i ruoli di aristocratici di una volta. Di antico lignaggio e capace di stare al mondo. Ian Fleming, l’autore di 007, aveva pensato a un uomo ruvido e cinico. Moore l’aveva scongelato. Con gli agenti segreti si era esercitato da i tempi di Simon Templar. Con Bond e Sinclair era come recitare all’infinito lo stesso personaggio che sembrava però sempre anche così diverso. Prima era stato un seguitissimo Ivanhoe trasmesso anche sulle reti Rai, dal romanzo di sir Walter Scott. Ha fatto Bond fino a 58 anni e questo è molto rassicurante per tutti noi.
È morto Chris Cornell, voce dei Soundgarden e degli Audio slave. Una morte “improvvisa e inattesa”: a Detroit è scomparso Chris Cornell, voce e volto dei Soundgarden e degli Audioslave. Aveva 52 anni.


La notizia è stata confermata all’Associated Press dal suo agente, Brian Bumbery, dopo che nei giorni scorsi era già circolata la notizia della sua morte, poi smentita.

Bumbery ha detto che la moglie e la famiglia sono sotto shock. Non ci sono dettagli disponibili sulle cause della morte, ma i medici stanno indagando mentre la famiglia chiede di rispettare la sua privacy.
L’ultimo post sul profilo Twitter dell’artista risale alle 20,06 di Detroit, (le 2 e 06 in Italia). Chris Cornell, il cui vero nome era Christopher John Boyle, ha tre figli: Lillian Jean Cornell, avuta dalla prima moglie Susan Silver. Con la seconda moglie Vicky Karayiannis ha avuto una figlia, Toni (2004) e un figlio, Christopher Nicholas (2005).

Nel 2006 con David Arnold aveva realizzato “You know my name”, la famosissima title track del primo film di James Bond con Daniel Craig, “Casino Royale”, 

repubblica.it

Bond 25: Dave Bautista vuole Michael Fassbender per il dopo Craig

Mentre al cinema il film Guardiani della Galassia sta avendo un enorme successo, Dave Bautista rivela che gli piacerebbe vedere nel ruolo dell’iconico agente segreto James Bond

Dave Bautista è solo l’ultimo di una serie di wrestler che si sono avvicinati al cinema, contrariamente ad altri però sembra che “Drax” abbia iniziato una vera e propria carriera cinematografica. Un po’ come Dwayne Johnson (presto al cinema con il reboot di Jumanji). Non solo Guardiani della Galassia ma anche Blade Runner e Bond. Proprio riguardo a quest’ultimo, Bautista si è di recente lasciato andare ad una lunga conversazione in cui ha parlato non solo dell’esperienza sul set ma anche di chi, secondo lui, sarebbe un buon sostituto quando Daniel Craig appenderà lo smoking al chiodo. E se pensate che abbia fatto il nome di Tom Hardy, tra i favoriti per il ruolo di 007, vi sbagliate:

È davvero difficile. So che si parla di Idris [Elba], penso sarebbe interessante. Anche Tom hardy potrebbe essere interessante ma Michael Fassbender sarebbe la mia prima scelta, credo. Si decisamente Michael Fassbender. 

Il bel attore scozzese potrebbe in effetti avere il fascino ed il carisma adatto ad interpretare James Bond. Indubbiamente è un attore versatile e capace di interpretare svariati ruoli, ultimi un produttore senza scrupoli, un androide e un villain dei fumetti. Bautista aggiunge poi che in ogni caso non vorrebbe che Craig lasciasse il ruolo, quindi Fassbender sarebbe una scelta per necessità. In realtà è difficile rispondere perché non vedrei nessun altro come James Bond ora come ora … penso sia eccezionale. Per me è il miglior Bond dai tempi di Sean Connery. Senza offesa Pierce Brosnan, ti voglio bene amico!

Nel frattempo non sappiamo bene quando uscirà Bond 25, ultima fatica di Daniel Craig, dato che la produzione del film è slittata a data da destinarsi. Sono mesi che i nomi di diversi attori si inseguono, tra questi oltre Idris Elba anche Tom Hiddleston e Tom Hardy (che vorrebbe entrare nel franchise con Christopher Nolan). Chiunque si aggiudicherà la parte andrà ad interpretare una delle figure più iconiche del cinema … a suon di benne donne e vodka martini.

talkymovie.it

LA PAGINA UFFICIALE SU FACEBOOK DI PEPPE LANZETTA.

Finalmente Peppe Lanzetta arriva su Facebook con la sua pagina ufficiale. Lo salutiamo affettuosamente. Un link di collegamento lo potete trovare anche sulla home page di lecercleclub.com


MARZO 2007 NASCEVA LE CERCLE. 10 ANNI DI EVENTI INNOVATIVI DEDICATI AL MONDO DI JAMES BOND. 
Festeggeremo a breve i 10 anni di Le Cercle assieme a un vero Big del giornalismo d’inchiesta, Andrea Purgatori, un professionista dell’informazione che va ben al di là di quello che è il fare il semplice articolo da inviato speciale. In questa intervista rilasciata al nostro magazine Mr.Bond, spiega e parla molto anche di spionaggio e…di spie.



Sarà Paul McGuigan a dirigere Bond 25?

Quello di Paul McGuigan non è forse un nome famosissimo per tutti gli appassionati di cinema. Ma la sorte del bravo regista britannico (scozzese per la precisione), che ha diretto film come Slevin e Victor: La storia segreta del dottor Frankenstein, nonché quattro episodi della serie tv Sherlock, potrebbe presto cambiare.

I produttori dei film di James Bond, Barbara Broccoli e Michael G. Wilson, hanno infatti molto apprezzato il suo ultimo film, Film Stars Don’t Die in Liverpool, e vorrebbero fargli dirigere il venticinquesimo titolo della serie, provvisoriamente chiamato Bond 25.

C’è da dire che Broccoli ha sempre preferito registi indipendenti come Marc Forster o con un background artistico in altri media come Sam Mendes, a nomi roboanti, per cui McGuigan risponde perfettamente alle caratteristiche ricercate per il compito.

Ad ogni modo l’ultima parola spetta a a Daniel Craig, che sarà Bond per l’ultima volta nel film di cui è anche coproduttore, e che ha il diritto di approvare il regista e lo sceneggiatore, per cui ne sapremo presto (si spera) qualcosa di più.

Comingsoon.it
CHI DISTRIBUIRÀ I FILM DI 007 ?

Da quando si è iniziato a parlare di Bond 25, il principale interrogativo è stato: Daniel Craig interpreterà nuovamente James Bond? Sembra che l’attore sia tornato sui suoi passi e che dopo un secco NO sia intenzionato a tornare nei panni del famoso Agente Segreto. 
Per una domanda che ha (parzialmente) trovato una risposta, ecco che ne arriva un’atra: chi distribuirà il nuovo film di James Bond? Il contratto della Sony Pictures Entertainment per distribuire i film è scaduto con Spectre e le due compagnie proprietarie del franchise – la MGM e la Eon Productions – sono attualmente alla ricerca di un nuovo partner.

La Sony, ovviamente, non è intenzionata a mollare ma sembra che nella gara si siano aggiunte anche la Warner Bros., la Universal, la 20th Century Fox e la Annapurna di Megan Ellison, nuova ma intenzionata ad affermarsi sul mercato. Nessun segnale, invece, da parte della Paramount e dei Walt Disney Studios, a quanto pare non interessati al franchise perché distante dal loro target di riferimento. Chi vincerà? Come sempre vi terremo aggiornati su ogni sviluppo.

screenweek.it

JAMES BOND: CHRISTOPHER NOLAN PRODURRÀ IL PROSSIMO FILM?

La casa di produzione del regista di Inception, la SYNCOPY, è stata accredidata alla lavorazione del nuovo 007.

Altroché spy story. Sta diventando più complicata di una soap opera la preparazione del prossimo film dedicato a James Bond. Al momento non si sa infatti ancora chi sarà il protagonista del nuovo film, se tornerà Daniel Craig oppure vedremo un volto nuovo, ma i misteri riguardano anche regia e produzione.

Per quanto riguarda la direzione della pellicola, al momento il nome favorito è diventato quello di Paul McGuigan, il regista del film Slevin – Patto criminale e di quattro episodi della serie Sherlock. A proposito dei producer, invece, sul sito IMDb Pro per qualche ora era stato aggiunto il nome della SYNCOPY, la casa di produzione di Christopher Nolan e della moglie Emma Thomas, insieme a quelli di Danjaq, EON Productions e MGM.

 Seconds quanto riporta il bene informato profilo Twitter Bond 25, IMDb avrebbe confermato che la SYNCOPY fa effettivamente parte del team di produttori, salvo poi ritrattare qualche ora più tardi.

paramountchannel.it

%d bloggers like this: