Editoriale Mr.Bond N.26- Gennaio 2014

E’ TEMPO DI CLASSIFICHE, LE NOSTRE!

Noi di Le Cercle siamo abituati a parlare di James Bond in continuazione.
Lo facciamo su Facebook, a casa, al bar, al ristorante, al mare e in montagna,
a letto con chi ci va, e quasi sempre, anche se a volte non ce ne accorgiamo, facciamo le nostre personali classifiche.
A me piace Connery, non esiste nulla meglio di lui, a me invece fa impazzire Brosnan, e via di questo passo…
Classifiche, continuamente classifiche: il primo, il secondo e il terzo posto.
Ci piace da morire far polemica, e imporre il nostro punto di vista, certi che, è il più giusto e il più equilibrato.
E siccome di politica non ne parliamo , essendo estremamente noiosa, diamo sfogo alla nostra passione per il cinema di James Bond.
Ho chiesto quindi a Marco Paracchini di fare la sua classifica dei migliori film di 007.
Marco ha scritto un articolo bellissimo, completamente di parte, proprio come siamo noi presi singolarmente, cioè, abbiamo tutti una precisa opinione sul nostro Bond preferito e sul peggiore, ma è specialmente sui film dove lo scontro si fa più acceso. C’è sempre da divertirsi ad ascoltare un fan di James Bond su questo delicato tema, perchè è foriero di esclamazioni di ogni tipo.
Viva dunque, James Bond, il miglior eroe della celluloide, sempre attento a farci sognare e divertire.
Infine, ringrazio tutti voi che avete rinnovato l’adesione a Le Cercle, sempre più british club, e sempre più distante dall’ineleganza ,dalle brutture e dalla sottocultura italiana. Noi siamo orgogliosamente diversi, e ne siamo fieri.

Ilario Citton, Presidente di Le Cercle

6 thoughts on “Editoriale Mr.Bond N.26- Gennaio 2014

  1. A proposito di classifiche…pur essendo un bondiano da tanto tempo non sono ancora riuscito a decidere su chi sia il “mio” Bond preferito ! Forse perchè ogni interprete ha qualcosa di particolare ed,insieme, qualche “mancanza”..Non saprei..A mio avviso,comunque, penso che un attore da rivalutare sia Timothy Dalton. Forse con i film giusti avrebbe avuto più fortuna…(?)

    • Si, credo di si Giuseppe. A Dalton mancava un altro film, perche’ il suo e’ stato un Bond incompleto. A mio avviso aveva riportato lo 007 di Fleming al cinema, con le stesse atmosfere dei suoi romanzi. Il suo e’ un Bond per veri intenditori, ossia quelli che conoscono a fondo anche il Bond letterario.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s