Zona Pericolo in un articolo di Dario “Q” Minotto

Dopo il lungo periodo di Sir Roger Moore nel ruolo dell’Agente 007. la Produzione decise che bisognava tornare ad un Bond più serio e con un interprete che esprimesse al meglio questa realtà. Naturalmente si scatenò la ricerca mediatica su chi sarebbe stato l’attore designato a ricoprirne il ruolo e così esordirono i nomi di Sam Neill, Finlay Light ma, il migliore risultò l’irlandese Pierce Brosnan. Quando Brosnan venne convocato dai Produttori per gli accordi contrattuali, la MTM detentrice del contratto dell’attore per la serie dei telefilm di “Remington Steele” pose alcuni limiti per la recessione e così saltò l’accordo a favore della “seconda scelta” Timothy Dalton. L’attore gallese Timothy Dalton è stato il quarto interprete di James Bond succedendo nel ruolo in occasione del venticinquesimo anniversario cinematografico, nel 1987. James Bond cambiò così il suo volto ma, inizialmente, da parte della Produzione ci fu una certa incertezza sulla scelta del nuovo interprete in quanto alcuni giudicarono Dalton un attore troppo “classico” per interpretare un personaggio così “moderno” e d’azione ma, dopo le prime riprese, tutti si convinsero che era giusto per riportare in nostro eroe vicino al puro stile di Fleming, il suo creatore, e ridargli quella serietà e credibilità perduta negli ultimi film della serie. Molti fans di 007 ritrovarono nell’interpretazione di Dalton l’atmosfera che riportava ai tempi passati ed a partire dalla prima apparizione di Bond nel prologo alla Rocca di Gibilterra, subito si identificò l’eroe delle mille avventure precedenti ricucendo così lo strappo che la serie “Moore” aveva dato al passato. Timothy Dalton, corrispondente fisicamente allo 007 letterario e con i suoi espressivi occhi grigio-acciaio, accettò il ruolo senza porsi troppi problemi di confronto con i precedenti attori ed anzi, cercò di darne una interpretazione più reale ed intimista proponendo un Bond dal volto umano con il ricorso alla violenza solo per estrema necessità, ispirandosi al vero personaggio dei romanzi e forse questo sarebbe piaciuto molto anche allo stesso Fleming. L’attore iniziò le riprese di “Zona Pericolo” appena due giorni dopo la fine di quelle di “Brenda Starr” e di ritorno dagli Stati Uniti ancora con i problemi di adattamento al fuso orario mentre la trama non era ancora completamente ultimata e quindi solo a seguito della scelta dell’attore protagonista fu sviluppato il copione seguendo le direttive e le scelte interpretative concordate tra Dalton ed il regista John Glen. Il film segnò l’esordio nella serie di Caroline Bliss nel ruolo della nuova Miss Moneypenny, segretaria di “M” che durò soltanto per il periodo dei due film con Dalton e rappresentò le ultime apparizioni di Geoffrey Keen come Ministro della Difesa Frederick Gray e di Walter Gotell come generale sovietico: Gogol. Quando le riprese si spostarono allo “007 Stage” ai Pinewood Studios di Londra, sul set giunse in visita il Principe Carlo con la consorte Lady Diana . Quest’ultima, convinta dall’attore Jeroen Krabbe, ruppe sulla teste del marito una finta bottiglia di vetro “da scena” e la foto scattata, il giorno seguente fece notizia apparendo pubblicata sui maggiori quotidiani inglesi. Ci fu una polemica da parte della Croce Rossa Internazionale perché i due nemici di 007: Koskov e Whitaker ripetutamente utilizzano veicoli ed imballaggi contenenti droga contrassegnati con il simbolo della Croce Rossa . Seguirono numerose proteste ed inoltre, la Croce Rossa britannica tentò di perseguire i registi e distributori. In assenza di azioni legali, la Produzione si accordò per inserire all’inizio del film una dichiarazione che assolveva l’utilizzo del simbolo al solo scopo puramente fantasioso della storia senza alcun riferimento a fatti o persone e coinvolgimento all’interno dell’ associazione.

20140512-235129.jpg

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s