Mr.Bond N.30- Editoriale: Avanti tutta nonostante la crisi

Viviamo tempi difficili.
Se il 2014 lo e’ indubitabilmente, vi comunico l’arrivo di un 2015 molto piu’ duro, che mettera’ alla prova il coraggio e la tempra di tutti noi.
Le crisi economiche e personali servono per reinventare nuovi business e mettersi in discussione. Man in the Mirror, ragazzi!
Mettersi davanti ad uno specchio e avere l’ardire di guardarsi negli occhi, e’ una salutare pratica che puo’ rivelare molte sorprese.
Io amo ripetere: i tempi duri passano, i duri rimangono.
Come scrissi nel mio primo “Mi chiamo Le Cercle”, mi considero mentalmente un Marines, che ha affrontato, nella vita, moltissime prove dure e snervanti, superandole sulla lunga distanza come un maratoneta. Posso tranquillamente affermare, che ormai risulta assai difficile spaventarmi, perche’ ho visto e passato cose che voi umani….qualcuno disse nel film “Blade Runner”.
Per questo motivo, nonostante la crisi il nostro club sopravvivera’, cambiando magari nuovamente pelle, come gia’ accaduto in passato, reinventandosi specialmente nel Web, oggi, la prima linea per riuscire a fare tutto o quasi.
Per Le Cercle il primo step e’ stato quello di lasciare Facebook, un social network divenuto un contenitore di pettegolezzi e di persone frustrate che sfogano le proprie rabbie scrivendo cose assurde dalla mattina alla sera. E’ Twitter il futuro, con i suoi hashtag che ti permettono di essere letto da decine o migliaia di persone in un solo giorno, come i nostri tweet, letti, pensate, da 1.000 persone . Numeri da capogiro saltati fuori dalla mia intensa attivita’ nei giorni della Mostra del Cinema di Venezia, dove ho raccolto “ceste” di follower con una facilita’ incredibile.
Il rinnovamento di Le Cercle riparte dal web, come fu alla sua nascita con jamesbondwebitalia.com . Chi ancora non ha compreso l’importanza di essere al passo con i tempi e’ gia’ un Walking Dead.
Altra grande soddisfazione e intuizione, e’ stata quella di intervistare la mitica direttrice di Ciak Magazine, Piera Detassis.
A Piera e’ piaciuto il nostro magazine Mr.Bond, tanto da chiedermi il numero dedicato a Jeffery Deaver. Sembra che verra’ segnalato in una prossima uscita di Ciak. Non male vero?
Ho sempre amato ripetervi fino allo sfinimento: la qualita’ e il coraggio di concretizzare nuove idee, alla lunga pagano sempre, e solo chi e’ un professionista di alto livello sa capire al volo cosa fai e cosa proponi. Della bellezza di Mr.Bond se ne era accorto subito Luca Ward, e ora anche una grande giornalista come Piera Detassis ha dato il suo apprezzamento, mentre Gabriele Salvatores con i suoi complimenti per le nostre tantissime attivita’ organizzate, mi ha spronato a continuare con piu’ determinazione.
I tempi duri passano, i duri rimangono sempre, e se hai anche tu uno spirito da maratoneta, avrai gli attributi giusti per arrivare al traguardo prefissato, gli altri rimangano alla linea di partenza, non abbiamo tempo da perdere, la missione continua.

Ilario Citton
Presidente di Le Cercle James Bond Club Italia

IMG_6759.JPG

One thought on “Mr.Bond N.30- Editoriale: Avanti tutta nonostante la crisi

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s