L’anonimato di Bond-Daniel Craig In hotel con il nome di Dr. Kananga

Se pensavate che la scena di Notting Hill in cui William Tacker/Hugh Grant arriva al Ritz in cerca di Anna/Julia Roberts e snocciola all’impiegato della reception tutti i possibili alias disneyani dell’attrice fosse solo una trovata da film, non potreste essere più in errore. Perché in realtà è proprio così che fanno le celebrità quando devono registrarsi in qualche albergo e vogliono evitare che il mondo lo sappia.
Jackson, Aniston e gli altri Yaphet Kotto, Dr. Kananga in «Live or Let Die»
Vero, di solito gli alias utilizzati sono nomi del tutto ordinari, tali appunto da passare inosservati, ma a volte la fantasia (e il narcisismo) delle star è tale da spingerle a scegliere nickname decisamente più stravaganti. E se una volta Michael Jackson prenotò al Dorchester di Londra come sir William Marshal, celebre cavaliere medievale, e Jennifer Aniston si fa chiamare da sempre “Signora Smith” (scelta perlomeno freudiana se si pensa che è lo stesso cognome dei protagonisti di “Mr & Mrs Smith”, film che ha fatto innamorare suo marito Brad Pitt di Angelina Jolie), Daniel Craig ricorre sistematicamente ai nomi dei cattivi dei film di James Bond. Come racconta il “Sun”, l’ultima volta che l’ha fatto è stato in un hotel in Marocco, dove l’attore inglese si è presentato come “Mr. Kananga”, avversario di 007 in Vivi e Lascia Morire del 1973 interpretato da Yaphet Kotto.

corriere.it

2 thoughts on “L’anonimato di Bond-Daniel Craig In hotel con il nome di Dr. Kananga

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s