In SPECTRE, nel segno della tradizione, un Omega Seamaster 300. Ecco svelato il collegamento con James Bond.

Come già più volte scritto in questo blog e nel nostro magazine MR.BOND, Omega è l’orologio di James Bond ormai da vent’anni. Neanche Rolex fu utilizzato consecutivamente negli anni così tanto al polso di 007. Lo vedemmo nei film di Connery dal 62′ al 65’per volere del regista Terence Young, per poi rivederlo con George Lazenby nel 69′ ( non era un Submariner), nel 73′ e 74′ con Roger Moore, e nell’89’ con Timothy Dalton. Dunque quello con Omega è un connubio straordinario che dura con la casa di Bienne dal 1995, fino ad arrivare con Spectre alla consacrazione come il vero segnatempo di James Bond, ossia il collegamento storico con la Royal Navy. E allora eccovi servito un piccolo scoop, scoperto per voi fedeli lettori di lecercleclub.com. Vi invito a leggere in pochi minuti questo breve ma significativo articolo che toglierà ogni dubbio sul perchè Omega è di fatto il vero orologio di James Bond.

75665924

Perchè la produzione dei film di Bond ha scelto di mettere al polso di 007 un Omega? Fu Lindy Hemmings la mitica costumista premio Oscar, a scegliere il Seamaster, dicendo che era l’orologio moderno più appropriato per James Bond, Rolex a suo intendere era sorpassato. Ovviamente le motivazioni non furono solo queste, ma legate a contratti pubblicitari milionari con testimonial molto prestigiosi: chi meglio di Pierce Brosnan (dal 1995 al 2002) poteva rappresentare in giro per il mondo il marchio? Conservo ancora i cataloghi con le foto di Bond/Brosnan, lo slogan “La scelta di James Bond” nelle vetrine fu un successo incredibile, a migliaia si fermavano a vedere le gigantografie esposte. Il successo però a questi livelli è frutto di un attenta pianificazione e Omega con il franchise di Bond si rilanciò nel mercato, un azienda che fino a pochi anni prima ( fine anni 80′) era di fatto fallita. Chi c’era dietro a questa miracolosa resurrezione? Nicolas Hayek abilissimo uomo d’affari libanese, grande capo dello Swatch Group, che comprò il marchio investendoci milioni di franchi nel rinnovare il design di tutte le linee di prodotto piu’ prestigiose, come appunto il Seamaster, il Constellation, il Seamaster GMT, e il De Ville, con imponenti campagne pubblicitarie e con l’apertura di boutique monomarca in tutto il mondo. Quando pero’ le stelle si allineano, tutto può accadere, il nuovo James Bond di Brosnan, stava come Omega, rinascendo, e mettere al centro dell’azione di un film un orologio, il Seamaster 300 Diver, fu non solo un intuizione vincente per entrambi i marchi, ma fu una incredibile mossa pubblicitaria, vendere l’accessorio più sognato e desiderato da ogni uomo, nell’uomo più ammirato e desiderato da milioni di donne in tutto il mondo, straordinario, no? Un orologio quasi dimenticato ma con una storia gloriosa, diventa protagonista, un oggetto da avere ed esibire in qualsiasi occasione . Tutti i fan di 007 ne volevano uno, tutti volevano emulare il loro mito. Questo mio approfondimento vuole rendere giustizia nei confronti di chi conosce poco il Seamaster e smentire i suoi detrattori, nel tentativo di mettere una volta per tutte in chiaro due cose: il denaro conta eccome nel product placement, ma dietro a qualsiasi scelta produttiva di un film di Bond c’è sempre un perchè. Anche nei film interpretati da Sir Roger Moore, definiti da molti, “goliardici”, c’era sempre un collegamento letterario con i romanzi di Fleming, e chi contesta erroneamente questo vuol dire che di Fleming ha letto ben poco. Nulla in un Bond movie accade mai a caso.

Ecco perchè Omega è il vero orologio di James Bond.

DANIEL CRAIG IN SPECTRE INDOSSERA’ UN OMEGA 300.

L’ho ripetuto fino alla noia anche nei social, perdonatemi, ma essendo amante delle tradizioni britanniche, l’entusiasmo di vedere Craig con un Seamaster 300 nel teaser trailer di Spectre, ha riacceso il mio entusiasmo. Omega Seamaster 300, per chi non lo sapesse, fu scelto nel 1967 dalla Royal Navy per i suoi sommozzatori, e dai corpi speciali della SAS.

Seamaster 300 militare-2694M

La versione militare di questo famoso segnatempo sportivo professionale, aveva il seguente codice di assegnazione: W10 per la British Army, e 0552 per la Royal Navy. Fino al 1970 la Royal Navy usò questo orologio con un quadrante dotato di un vetro in plexiglass, con al centro una “T”. La cassa misurava 41,5 mm, le anse erano ad elica, la lunetta in bachilite unidirezionale, la corona e il fondello chiusi con un serraggio a vite, il movimento automatico cal.552 a 24 rubini e 18.800 A/H. Ne furono prodotti solo 500 pezzi. Un orologio leggendario, legato alla Royal Navy e di conseguenza al mito del Comandante James Bond. Questa è la storia, e la storia non si può mai mettere in discussione, felice però di vedere Bond in Spectre con la nuova versione del Seamaster 300 delle forze speciali inglesi, con un cinturino Nato-Strap a righe grigio-nere.

Grazie per avermi letto. Mi raccomando: continua a visitare lecercleclub.com

Ilario Citton

2 thoughts on “In SPECTRE, nel segno della tradizione, un Omega Seamaster 300. Ecco svelato il collegamento con James Bond.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s